Itinerario di una settimana a Lisbona e dintorni

Sette giorni alla scoperta delle bellezze di Lisbona e dintorni: un itinerario che vi farà vivere una vacanza da sogno tra cultura, natura e buon cibo.

Itinerario di una settimana a Lisbona e dintorni

Quale itinerario seguire per una vacanza di una settimana in Portogallo? Se volete restare nella zona di Lisbona, vi proponiamo un tour ad anello di sette giorni che vi permetterà di visitare con calma sia l’incantevole capitale portoghese sia le località più famose nei dintorni come Sintra, Cascais ed Estoril.

Abbiamo inserito nel nostro itinerario di una settimana a Lisbona e dintorni le più famose attrazioni culturali e storiche, senza disdegnare quelle meno note, le zone moderne della città di Lisbona e attrazioni paesaggistiche come spiagge e punti panoramici da cui potrete scattare foto meravigliose. Non mancano gli spettacoli e le occasioni di divertimento.

L’itinerario può essere personalizzato in base ai vostri gusti ed interesse dedicando più tempo a un’attrazione piuttosto che a un’altra, ma è pensato per soddisfare tutte le tipologie di viaggiatori: coppie in fuga romantica, famiglie con bambini, giovani in cerca di divertimento e lupi solitari.

Mappa e dati dell’itinerario

Ecco la mappa dell’itinerario di una settimana a Lisbona e dintorni: vi proponiamo di farlo in auto, magari prendendola a noleggio all’aeroporto di Lisbona al vostro arrivo.

Percorso: 200 km | Durata: 1 settimana | Periodo consigliato: tutto l’anno

Primo giorno a Lisbona

Panorama di Lisbona

Il primo giorno prendetevela con calma, come fanno i lisbonesi: entrate nel loro modo di concepire la vita e iniziate la giornata sorseggiando un buon caffè seduti a uno dei tavolini all’aperto dei bar in piazza Rossio, nella Baixa di Lisbona.

Risalite in direzione del fiume il viale pedonale Rua Augusta, curiosando tra le vetrine dei negozi; una volta attraversato l’Arco da Rua Augusta entrerete nell’elegante Piazza del Commercio, un tempo principale porta d’accesso alla città.

Girate l’ampia piazza in lungo e in largo ed assaporare la sua atmosfera unica: se chiudete gli occhi, dovreste riuscire ad immaginare il via vai di navi in partenza o in arrivo da paesi lontanissimi.

Dopo uno spuntino, è il momento di conoscere la Lisbona storica: salite in cima al Castelo de São Jorge che domina la città dall’alto di una collina; dedicate alla visita del castello almeno un paio d’ore, prendendovi il tempo di ammirare la stupenda vista panoramica che da qui si può godere.

Usciti dal castello rimanete nel quartiere dell’Alfama, il più tradizionale di Lisbona: il modo migliore per visitare questa disordinata cascata di casette lungo il fianco di una collina è perdersi tra i suoi stretti vicoli e lasciarsi incantare dall’atmosfera magica di questo luogo senza tempo. Ammirate la distesa di tetti dell’Alfama all’ora del tramonto da una delle sue terrazze panoramiche, come il Miradouro de Santa Luiza.

A questo punto vi sarà venuta fame: non andatevene dall’Alfama, non c’è modo migliore per terminare la vostra prima giornata a Lisbona di una romantica cena in uno dei suoi ristorantini tipici, seguita da un concerto in una tradizionale casa do fado.


Secondo giorno a Lisbona

La Torre de Belem

Il secondo giorno lasciate la Baixa e dirigitevi a Belém, un quartiere a pochi km dal centro storico dedicato alle esplorazioni e alle scoperte. Iniziate la vostra giornata con un caffè e un pastel de nata alla storica pasticceria di Belém, dopodiché visitate gli affascinanti monumenti che hanno reso celebre la zona.

Lungo le rive del fiume Tago troverete l’imponente Torre di Belém, che si staglia contro il cielo azzurro di Lisbona, e il Monumento alle Scoperte, un’enorme caravella in pietra bianca sulle cui pareti sono raffigurati i protagonisti delle grandi avventure marinare del Portogallo. Salite in cima al monumento per godere di un’eccezionale vista panoramica su Belém.

Non distante da questi monumenti si trova un’altra attrazione famosa di Belém, il Mosteiro dos Jeronimos: questo magnifico monastero, dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco, fu costruito per volontà del re Dom Manuel I per celebrare l’epica impresa di Vasco de Gama.

Tornati in centro, fate un giro dei quartieri storici della città con il tram 28, che si inerpica su e giù per le ripide stradine di Lisbona, talvolta passando così vicino alle case da far venire i brividi!

Fate un riposino in albergo per recuperare le energie: vi serviranno per vivere la movida del Bairro Alto, il quartiere della vita notturna di Lisbona. Fate anche voi come i giovani (e non solo) di Lisbona: passate da un bar all’altro e bevete i vostri drinks in strada, tra una chiacchiera e l’altra, fino a tarda notte.


Terzo giorno a Lisbona

L’oceanario di Lisbona

Il giorno dopo tornate al Bairro Alto con le luci del mattino: lo troverete sorprendemente diverso. Visitate il Convento do Carmo, una suggestiva chiesa senza soffitto, prendete una delle funicolari del quartiere, l’Elevador de Bica o l’Elevador de Santa Gloria e ammirate la vista panoramica sulla Baixa dal Miradouro de São Pedro Alcantara.

Nel pomeriggio cambiate totalmente atmosfera visitando il Parco delle Nazioni, la zona moderna di Lisbona realizzata in occasione dell’Expo 98. Non perdetevi l’Oceanàrio, uno dei più grandi acquari al mondo nonché una delle attrazioni più visitate di Lisbona: nelle sue vasche vivono oltre 15.000 animali tra cui squali, razze, pinguini, pesci pagliaccio…

Consiglio sull’itinerario di Lisbona

Volete studiare un itinerario alternativo di 3 giorni a Lisbona? Seguite quello della pagina Itinerario di due settimane in Portogallo.

Inoltre, Per approfondire e pianificare la vostra visita a Lisbona, seguite gli approfondimenti di seguito.

placeGuida di Lisbona hotelDormire a Lisbona

Quarto giorno: Palazzo de Queluz e Sintra

Splendido scorcio del Palacio da Pena a Sintra

Lasciata Lisbona, in poco tempo potrete raggiungere il Palazzo Nazionale di Queluz, una sfarzosa dimora reale dalle pareti rosa pastello riccamente decorata in stile rococò che è stata soprannominata “la Versailles del Portogallo”.

Dopo aver visitato le sale e il giardino del palazzo, riprendete la strada in direzione Sintra: questa cittadina immersa nel verde del parco naturale di Sintra-Cascais è una delle perle del Portogallo, elogiata da scrittori ed amata dai nobili che l’hanno scelta come loro dimora costruendo magnifici palazzi.

Molti turisti visitano Sintra con una gita in giornata ma questa romantica cittadina merita almeno un soggiorno di una notte, data l’incredibile quantità di attrazioni culturali e paesaggistiche concentrate in una città così piccola.

Iniziate da quella più famosa, il Palacio da Pena, un castello fiabesco dal fascino decadente, arroccato in cima a una vertiginosa collina da cui si gode una vista mozzafiato sull’oceano; è facilmente riconoscibile per le sue pareti color pastello giallo, rosa e violetto.

Attendete il tramonto all’interno del Parque da Pena, l’intricata foresta che circonda il castello, geniale opera di landscape gardening del re Don Fernando II, poi scendete in centro per cena; finito di mangiare passeggiate per le viette del centro e godetevi l’atmosfera magica di Sintra notturna.

hotelDove dormire a Sintra

Quinto giorno: da Sintra a Cabo da Roca

La mattina seguente visitate un’altra meraviglia di Sintra, l’eccentrica Quinta do Regaleira: è una villa ottocentesca in stile manuelino circondata da giardini gotico-romantici con statue, fontane, laghetti, caverne ed elementi decorativi che si rifanno alla mitologia, all’alchimia, alla massoneria.

Dedicate il resto del tempo che vi rimane a Sintra alle altre attrazioni della città, come il Palácio da Vila (o Palácio Nacional), il Castelo dos Mouros e il Convento dos Capuchos, dopodiché salite in macchina per raggiungere il suggestivo Cabo do Roca, il punto più occidentale dell’Europa continentale.

Non c’è pressoché nulla su questo promontorio a 140 metri sul livello del mare, solo un faro dell’Ottocento e una piccola caffetteria, ma proprio nella sua posizione isolata sta il fascino di Cabo da Roca. Ascoltando le fragorose onde dell’oceano che si infrangono sulle scogliere, con il vento che vi batte forte sul viso, vi sembrerà di essere giunti ai confini del mondo.


Sesto giorno: Cascais e Estoril, Costa da Caparica e Sesimbra

Il Faro di Santa Marta a Cascais

Il sesto giorno è tutto dedicato al mare, o meglio all’oceano, elemento importantissimo nella storia e nell’identità nazionale del Portogallo. Proprio perché bagnate dalle fredde e tormentate acque dell’oceano, le spiagge del Portogallo hanno un fascino particolare, molto suggestivo.

Non perdetevi le affascinanti località balneari della zona di Cascais ed Estoril. Oltre alle due più famose città costiere, meritano una sosta anche Costa da Caparica, un arenile lungo svariati km dove allontanandosi dal centro abitato le spiagge si fanno via via più selvagge, e Sesimbra, un villaggio di pescatori molto amato come meta di vacanze dalle famiglie portoghesi.

hotelDormire a Cascais hotelDormire a Sesimbra

Settimo giorno: ritorno a Lisbona

La statua del Cristo Rei

Tornate a Lisbona per trascorrere l’ultimo giorno della vostra vacanza. Concedetevi un po’ di shopping nella elegante Rua do Augusta e nelle vie limitrofe della Baixa o in Rua Garrett nella zona del Chiado, dopodiché potete dedicarvi alle numerose attrazioni che vi restano da visitare a Lisbona.

La capitale portoghese offre davvero tanto: potreste scegliere di attraversare il fiume e salire in cima alla gigantesca statua del Cristo Rei (ispirata al Cristo Redentore di Rio de Janeiro), rilassarvi con una crociera sul fiume, prendere il fresco in un parco cittadino o visitare uno dei tanti musei della città.

Tra i musei più interessanti segnaliamo il Museo do Fado, il Museo delle Azulejos, il Museo Marittimo e il Lisboa Story Centre. Imperdibile per gli appassionati di calcio è il Museo Benfica, ospitato all’interno dello storico stadio da Luz.

Le tappe dell'itinerario
Lisbona

Lisbona

Monumenti storici, piazze e viali, sport, una sfrenata vita notturna e un ricco calendario di eventi...
Palazzo di Queluz

Palazzo di Queluz

La meravigliosa residenza estiva della famiglia reale stupisce tutti i visitatori.
Sintra

Sintra

Sintra e la sua valle rigogliosa sono una delle attrazioni più spettacolari del Portogallo.
Cabo da Roca

Cabo da Roca

Un selvaggio promontorio a picco sull'oceano nel punto più occidentale d'Europa.
Cascais

Cascais

Una suggestiva località di mare per una passeggiata sulla spiaggia.
Estoril

Estoril

Visitate Estoril, nota località di mare a mezz'ora da Lisbona, e vi chiederete se siete finiti nella...
Costa da Caparica

Costa da Caparica

8 chilomentri di sabbia dorata per una giornata in riva al mare a due passi da Lisbona.
Sesimbra

Sesimbra

Incantevole cittadina di mare immersa nell'incantevole scenario del parco naturale di Arradiba, Sesimbra...
Ericeira

Ericeira

Mecca dei surfisti di tutto il mondo e popolare gita in giornata per i lisbonesi, Ericeira è una cittadina...
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.8 su 4 voti