Faial

L'isola di Faial è una delle più apprezzate dai turisti in visita alle Azzorre. Il motivo è semplice: natura incontaminata, paesaggi da favola e spiagge.

L’isola di Faial fa parte del gruppo centrale delle Azzorre, e forma le “isole del triangolo”, con a São Jorge e alla vicina Pico. Da quest’ultima la separa il Canale di Faial, largo circa 8 chilometri.

Faial viene anche chiamata Isola Azzurra poichè sono state piantate tantissime siepi di ortensie di colore azzurro, che ne contornano le sue case bianche e ne ornano le sue strade.

Durante il XVII secolo l’isola divenne un porto commerciale molto importante, grazie alla sua posizione che la rese un porto sicuro fra Europa e America.

Come arrivare a Faial

E’ possibile raggiungere l’isola di Faial con l’aereo. L’aeroporto di Horta (codice IATA: HOR), si trova lungo la costa meridionale vicino a Castelo Branco, a 9 chilometri e mezzo dalla capitale Horta.

E’ considerato il principale punto d’accesso del gruppo centrale delle Azzorre, e le due compagnie aeree che operano qui sono Azores Airlines e SATA Air Açores. La prima garantisce un collegamento diretto con Lisbona, la seconda con le altre isole dell’arcipelago: Corvo, Flores, Ponta Delgada e Terceira.

Raggiungere Faial dall’Italia prevederà quindi il dover effettuare almeno uno scalo. In alternativa è possibile arrivare sull’isola con la nave: Horta è molto ben collegata con la vicina isola di Pico, ma anche con le altre dell’arcipelago.

Come spostarsi sull’isola

La scelta migliore per esplorare l’isola di Faial è senza dubbio quella di prendere un’auto a noleggio. Di buono c’è che l’ossessione per la ricerca del parcheggio qui è sconosciuta. Qualche difficoltà si può incontrare nei paesini, palesemente non costruiti per le auto, dove a volte si fa fatica anche a passare, figurarsi parcheggiare. Va anche detto che se manca il parcheggio non c’è motivo di voler parcheggiare.

Noleggiare un’auto potrebbe rivelarsi un problema in quanto le macchine a disposizione non sono molte, e se non si prenota con largo anticipo si rischia di restare a piedi. Inoltre, prenotando una macchina all’ultimo minuto i prezzi diventano davvero molto alti: la scelta migliore quindi è di prenotare con largo anticipo ancora prima di partire, direttamente dall’Italia.

All’aeroporto di Horta vi sono alcune compagnie di noleggio auto: alle note Hertz ed Europcar si affiancano Auto Turistica Faialense, Ilha Verde e Acor Rent.

Per chi non vuole o non può noleggiare un’auto, l’isola possiede comunque una rete di autobus efficiente che consente di raggiungere i principali luoghi di interesse. Oltre a questa modalità di trasporto, si può sempre optare per il taxi.

Cosa vedere a Faial

A Faial ci sono alcuni posti da non perdere assolutamente, per scoprire la vita isolana fino in fondo e ammirare una splendida natura incontaminata.

La città di Horta

Da visitare assolutamente è la Marina. Si resta incantati da tutti quei colori e testimonianze dei navigatori di tutto il mondo e dai tanti disegni fatti con cura che venivano realizzati dai marinai come simbolo di buon auspicio.

Un altro punto emblematico della capitale di Faial è il Peter Café Sport, una vera e propria istituzione. Per ammirare una vista mozzafiato sulla città occorre scalare il Monte Guia, un antico vulcano che ha avuto origine nel mare e che successivamente si è unito all’isola di Faial, oppure andare a Ponta da Espalamaca, un promontorio sopra la città di Horta che permette di osservare dall’alto l’intenso movimento delle navi nel porto.

Il mito delle pitture – Visita al porto di Horta

L’isola di Faial è famosa per i suoi murales. Tutto ebbe inizio alcuni anni fa dall’iniziativa di un membro di un equipaggio di una barca a vela, ancorata a Horta, di realizzare un dipinto, in ricordo del suo soggiorno a Faial, lungo la banchina del porto.

Questo primo dipinto è stato seguito a ruota da molti altri ancora. Si tratta di un mosaico di colori, dove si richiamano i nomi delle imbarcazioni, che nel tempo hanno attraccato a Horta.

Una leggenda si è diffusa qui nei tempi: le imbarcazioni che non lasciano un ricordo del loro passaggio sull’isola, andranno incontro a mala sorte!

Vulcão dos Capelinhos

In cima alla Península do Capelo si trova il Vulcão dos Capelinhos. L’insieme si è formato nei millenni a causa della sovrapposizione degli strati di lava causati da eruzioni successive. Di recente il vulcano è stato attivo tra il 1957 e il 1958: la lava si accumulò vicino al camino, e ciò diede vita ad un isolotto unitosi a Faial.

Il faro e alcune delle case distrutte dall’eruzione accentuano il carattere aspro di un paesaggio davvero unico nelle Azzorre. La salita al faro offre un panorama mozzafiato del paesaggio vulcanico e circostante, e se amate camminare è possibile effettuare un’escursione sul vulcano di circa 3 km.

Inoltre è possibile visitare anche il Centro di Interpretazione del Parco Naturale, il quale permette di conoscere i fenomeni geologici e vulcanici delle isole Azzorre. La visita al vulcano e al Centro hanno un accesso limitato: se si desidera effettuare la visita è consigliato prenotarla anticipatamente.

Caldeira

Situata nel centro geografico di Faial, la Caldeira è un enorme cratere vulcanico. Spesso è circondata dalla nebbia e ciò non permette di ammirare come si deve questo luogo magico. E’ molto bello percorrere la strada tra le ortensie che conduce ai punti panoramici da cui ammirare il cratere in tutta la sua ampiezza.

Sulla Caldeira vi è una vegetazione lussureggiante: vi si trovano diversi alberi come cedri, ginepri e faggi, mentre a terra vi sono felci e muschi. I turisti che visitano questa zona di Faial tendono a parlare a bassa voce, come a rispettare la maestosità di questi posti, dove il silenzio è d’obbligo. E’ possibile anche effettuare un’escursione lungo la circonferenza del cratere: l’intero percorso è lungo circa 8 chilometri e consente di ammirare la zona da diverse angolazioni.

Le spiagge

Nonostante Faial sia un luogo scelto dagli amanti della natura selvaggia e delle escursioni, non è certo disdegnata da chi ama il mare e il relax.

Le spiagge più belle da visitare sull’isola sono le seguenti:

  • Praia do Almoxarife
  • Playa Porto Pim
  • Playa Norte ou Fajã
  • Playa Varadouro
  • Playa Alagoa

Praticamente tutte si trovano lungo la costa sud dell’isola, a breve distanza da Horta, e sono quasi tutte di sabbia nera vulcanica o di ciottoli.

Balene e delfini

Da visitare assolutamente la Stazione delle Balene di Porto Pim, una vecchia fabbrica in cui venivano lavorate le carni delle balene. I cetacei venivano utilizzati anche per estrarne l’olio, che veniva poi usato per lubrificare i macchinari e generare energia sull’isola.

Tempo addietro la caccia alla balena era fondamentale per le Azzorre e per la sussistenza dei suoi abitanti. Con l’avanzare del progresso i pescatori hanno ormai smesso di ucciderle, ma oggi sono ugualmente fondamentali per l’industria dell’isola: i turisti infatti amano uscire in mare per fare whale watching, con la speranza di ammirarle e fotografarle da vicino.

Durante l’escursione si possono avvistare anche altri cetacei, tra cui i delfini. Vi è anche la possibilità di praticare snorkeling o immersioni per ammirare la fauna e flora marina.

Eventi e feste

Sull’isola di Faial il 24 giugno viene celebrata la festa in onore di San Giovanni (Festa de São João). Ad agosto si festeggia invece la Semana do Mar, ossia la settimana del mare, dedicata esclusivamente agli sport nautici che rende Horta la “capitale dei velisti”.

Mappa

Alloggi Faial

Cerchi un alloggio a Faial?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Faial
Mostrami i prezzi