São Jorge

Sao Jorge è una delle più belle isole che compongono l'arcipelago delle Azzorre, grazie alla sua combinazione unica di patrimonio storico e naturale.

São Jorge è una tra le più verdi di tutte le Azzorre: è dunque una destinazione perfetta per chi cerca di trascorrere una vacanza di mare a contatto con la natura.

L’isola è lunga e stretta: ha una lunghezza di 54 chilometri, contrapposta con una larghezza massima di appena 7 chilometri, ed è parte Gruppo Centrale delle Azzorre, oltre a formare uno dei vertici delle cosiddette “isole del triangolo”, assieme a Faial e Pico.

Il periodo migliore visitare Sao Jorge va tra aprile e ottobre; all’inizio della primavera, tra aprile e maggio, si può assistere alla migrazione di alcuni animali, tra cui la balenottera azzurra.

Sao Jorge è chiamata isola delle fajãs, pianure distintive delle Azzorre originate da frane o smottamenti. Sull’isola ne esistono oltre 40, alcune delle quali si possono raggiungere solo a piedi; i sentieri sono uno dei modi migliori per conoscere l’isola e la sua natura. Esistono percorsi di varie difficoltà e si può anche richiedere l’aiuto di guide specializzate.

Come arrivare a São Jorge

Il mezzo più rapido per raggiungere l’isola di Sao Jorge è l’aereo. Il piccolo aeroporto, aperto soltanto nel 1989 e situato nelle immediate vicinanze di Velas, è utilizzato esclusivamente dalla compagnia SATA Air Acores, che propone voli da e verso Terceira e Ponta Delgada.

Inoltre, se vi trovate su un’altra isola e decidete di recarvi a Sao Jorge, potete anche optare per una soluzione più economica, ovvero la nave. Il principale porto dell’isola è Velas: da qui partono traghetti praticamente per tutte le altre isole dell’arcipelago: Pico e Faial sono semplici da raggiungere, per le altre occorrerà invece mettere in conto un viaggio un po’ più lungo.

Come muoversi

Sull’isola è ancora molto difficile muoversi con i mezzi pubblici in quanto sono poco utilizzati e sviluppati, sono persino quasi inesistenti nell’entroterra.

L’unica soluzione per esplorare in lungo e in largo Sao Jorge senza alcuna limitazione è noleggiare un’auto. Sull’isola ce ne sono pochissime, quindi è consigliabile prenotarla in anticipo prima della partenza tramite Internet.

Le persone sportive che amano stare a contatto con la natura, potrebbero anche pensare di noleggiare una bicicletta: sarete così immersi nella natura all’aria aperta, e sicuramente è il modo più economico per esplorare l’isola.

Dove alloggiare a São Jorge

Sao Jorge ha una forma allungata e stretta: è consigliabile quindi alloggiare al centro dell’isola, per non rischiare di essere troppo distanti da altre zone interessanti.

La maggior parte dei visitatori scelgono di pernottare nel capoluogo Velas, dove vi è una buona scelta di hotel e guesthouse. Fuori da Velas la gamma di strutture disponibili è piuttosto limitata.

  • Hotel São Jorge Garden: uno degli alberghi più attrezzati di tutta l’isola, con piscina, campo da tennis, giardini e camere ben arredate con vista sull’oceano, ed un bar con terrazza panoramica.
  • Quinta do Canavial: in un contesto di rara bellezza su collina sopra una baia e circondato da sette ettari di giardino, emerge questa casa del XIX secolo. A suo tempo apparteneva a una delle famiglie più illustri dell’isola.
hotelHotel a São Jorge

Cosa vedere a São Jorge

Esplorando l’isola di São Jorge è possibile osservarne il territorio, suddiviso in piccoli appezzamenti per un’agricoltura di sussistenza. Interessanti le tipiche case in pietra con finestre a tre ghigliottine, mentre prima o poi sarà facile imbattersi nei cavi d’acciaio, utilizzati per trasportare la legna dalle pianure alla costa.

Le Fajas di Sao Jorge

Ma si può ammirare anche la bellezza della Fajã da Caldeira do Santo Cristo, uno dei luoghi più belli dell’isola, una laguna naturale eletta a Riserva Naturale e Area Ecologica, dove si possono raccogliere le vongole. Da non perdere la Fajã dos Cubres, dove si trova un lago dall’acqua cristallina, e la Fajã do Ouvidor, con le sue magnifiche piscine naturali.

Ilhéu dos Rosais e Ilhéu do Topo

Sao Jorge inoltre comprende anche due isolotti: Ilhéu dos Rosais e, al largo dell’estremità orientale dell’isola, Ilhéu do Topo, zona scelta da numerose specie di uccelli marini per nidificare. Qui nascono fiori endemici delle Azzorre, ed è per questo che sono stati dichiarati Riserva Naturale.

A solo 1 km di distanza dall’isolotto do Topo sorge un antico villaggio di pescatori, chiamato appunto O Topo, contraddistinto da piccolo porticciolo da un faro.

Parco Naturale Florestal da Silveira

Da visitare anche il Parco Naturale Florestal da Silveira, molto frequentato dalle famiglie con bambini poichè è possibile passeggiare a piedi lungo i numerosi sentieri, per raggiungere alcuni punti panoramici da cui si ammira l’isola dall’alto. Vi è anche un’area pic-nic, per rilassarsi dopo la camminata.

Pico da Esperança

Il Pico da Esperança è il punto più alto dell’isola, dal quale si gode una vista panoramica indimenticabile su tutta Sao Jorge e sulle vicine Pico, Graciosa, Terceira e Faial.

Le fabbriche

A Sao Jorge sono presenti due fabbriche, che danno lavoro agli abitanti dell’isola e al contempo sono ottimi spunti per entrare in contatto con la realtà locale.

  • Fabbrica del Tonno: situata a Calhetas, è una delle maggiori attività commerciali dell’isola. Il tonno prodotto è di altissima qualità e viene esportato sia in Europa che in Canada.
  • Fabbrica del Formaggio: il Queijo de Sao Jorge è il formaggio più conosciuto delle Azzorre, basti pensare che sull’isola vivono 10.000 abitanti e le mucche sono il doppio. Dopo aver visitato la fabbrica, è praticamente obbligatorio assaggiare questa prelibatezza.

Le cittadine

Sao Jorge non ha certo grosse città, ma soltanto piccoli villaggi e centri abitati. Tuttavia, due di questi sono decisamente più grossi e interessanti: Velas e Calheta.

Velas

Fondata nel 1460, è il capoluogo dell’isola. Dal suo porto, ben protetto dalle intemperie, partono i traghetti per le altre isole.

Da visitare la chiesa Matriz de Sao Jorge e la chiesa di Santa Barbara, mentre in zona si può visitare la Torre da Urzelina, resto di un antichissimo campanile di una chiesa distrutta dall’eruzione vulcanica del 1808.

Per chi va a caccia di souvenir, è d’obbligo acquistare una Mantella de Sao Jorge, coperte dai colori sgargianti fatte a mano utilizzando ancora le tecniche di un tempo.

Calheta

E’ una piccola cittadina sulla costa, dove le case bianche sono in forte contrasto con le rocce nere. A Calheta è possibile visitare le chiese locali e l’interessante Museo Regionale.

Le spiagge

Come molte delle isole Azzorre, anche Sao Jorge non è propriamente una meta di mare. Sebbene circondata dall’Oceano Atlantico, è una destinazione da scegliere soprattutto per ammirare una natura incontaminata, dei paesaggi da favola e degli scorci da cartolina.

Tuttavia, gli amanti del mare non potranno non desiderare di trascorrere alcune ore sdraiati al sole, per questo motivo ecco la lista delle migliori spiagge di Sao Jorge.

  • Fajã da Queimada, a Velas.
  • Poça dos Frades, a Velas.
  • Fajã das Almas, a Calheta.
  • Fajã de Santo Cristo, a Calheta.
  • Fajã de São João, a Calheta.

Feste e celebrazioni

La principale festa che si tiene a São Jorge è la festa dello Spirito Santo, che inizia con l’incoronazione di un “imperatore”. Per 8 giorni consecutivi l’isola è in festa, che culmina con un ricco buffet con tanto di musica e giullari.

Nella prima settimana di luglio, si tiene a Velas la settimana della cultura. Calheta la celebra invece nella seconda settimana di luglio, con musica, teatro, mostre, conferenze ed artisti nazionali e internazionali .

La festa di Santo Cristo si tiene a Faja del Santo Cristo la prima domenica di Settembre. Si tratta di un festival allegro con fuochi d’artificio colorati e musica dal vivo, che fanno da cornice ad una solenne cerimonia religiosa.

Mappa

Alloggi São Jorge

Cerchi un alloggio a São Jorge?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a São Jorge
Mostrami i prezzi